10 alberghi nella natura per celebrare la giornata della terra

Di questo assurdo periodo che ci troviamo a vivere da più di un anno, quello che ho sofferto di più è stato non poter essere in contatto con la natura quanto faccio di solito. Io sono quel tipo di persona che ha bisogno, ogni volta che può, di scappare da qualche parte dove può vedere del vedere, respirare aria buona ed essere circondata da spazi aperti e, possibilmente, più deserti possibile. Soprattutto quando vivo un periodo particolarmente stressante, capita spesso di organizzare un’improvvisata in qualche posto naturale, meglio ancora se in montagna: passare qualche ora nella natura è la mia terapia preferita, e riesce a calmarmi e ridarmi energia come nient’altro. Immaginate bene come posso aver sofferto a non poter allontanarmi da casa. E io adoro stare a casa, e sono anche abbastanza fortunata da vivere in una zona di campagna. Ma l’idea di non poter raggiungere i boschi o le montagne più vicine è stata davvero dura da sopportare, soprattutto ora che la primavera sta sbocciando, i fiori colorano le colline e prati e boschi rinascono dopo l’inverno. Il benessere che si può dare la natura, e che ci offre gratuitamente, ha un potere guaritore incredibile, che non si capisce a fondo finché non si sperimenta in prima persona. Non è un caso, infatti, che alcuni degli hotel più belli del mondo abbiano sposato questa filosofia, creando strutture che non dominano l’ambiente ma diventano parte di esso, e proponendo esperienze per portare gli ospiti a stretto contatto con la natura più pura, per trarne tutti i benefici che può dare. In onore del 22 aprile, giorno in cui si celebra l’Earth Day, sogniamo insieme ad occhi aperti con questo 10 alberghi da favola immersi in una natura mozzafiato.

FORESTIS (Bressanone, Italia)

Non potevo che iniziare proponendo una struttura che si trova in Alto Adige, tra le mie amate Dolomiti. Il Forestis non è un semplice hotel, ma un vero e proprio santuario dedicato a contemplare la bellezza delle montagne, che entrano in ogni angolo dell’albergo e che sono raccontate non solo dai panorami mozzafiato, ma anche dai materiali usati e dalle esperienze proposte. Stanze calde e silenziose, lunghe passeggiate nel bosco, infinity pool esterne e spa con trattamenti a base di prodotti locali, tutto al Forestis incoraggia una profonda connessione con la natura, per ritrovare se stessi e il proprio benessere grazie al suo potere terapeutico. Approfondiremo presto il Forestis e tutto quello che ha da offrire, perché sarà il primo protagonista della mia nuova rubrica #ONMYBUCKETLIST.

CANNEBIANCHE (Torre Canne di Fasano, Italia)

Basta guardare il mio blog o sbirciare i miei social per capire facilmente come io sia follemente innamorata della montagna. Questo non vuol dire però che non sappia apprezzare anche il mare! Ho avuto la fortuna di essere ospite del CanneBianche per lavoro, ed è stato amore a prima vista: questo boutique hotel in stile mediterraneo è un prezioso angolo di pace dove il tempo sembra essere sospeso. Affacciato su un tratto di mare magnifico, l’hotel riesce a essere lussuoso e autentico allo stesso tempo, permettendo all’ospite di godere della calma e del silenzio offerti dalla natura, ma anche di coccole speciali come quelle proposte dall’Aqua Spa e dal ristorante, un vero tempio di delizie (ancora sto sognando la loro frittura di pesce, o le colazioni con tutti i prodotti pugliesi più buoni e freschi).

PETRA SEGRETA (San Pantaleo, Italia)

La Sardegna è una delle perle d’Italia che tutto il mondo ci invidia, famosa per il suo mare incredibile, per le tradizioni antiche e per un entroterra ancora incontaminato e selvaggio. Tutte le caratteristiche dell’isola sono racchiuse al Petra Segreta, un resort immerso tra le colline e le rocce della natura sarda, ma a pochi chilometri dalle leggendarie spiagge della Costa Smeralda. Tutto qui parla di natura, a partire dai romantici cottage in pietra nati da autentiche case rurali sarde, fino alla spa, un luogo magico protetto da due giganteschi massi di granito che, secondo la leggenda, sono cariche di un’energia ancestrale che ha un effetto terapeutico naturale.

TROUT POINT LODGE (Nuova Scozia, Canada)

La prima meta fuori dall’Italia è il Trout Point Lodge in Canada, una nazione spettacolare che sogno di visitare da sempre. Si tratta di un vero e proprio lodge di tronchi e pietra costruito nel cuore di una foresta rigogliosa e sulle rive del Tusket, dove dormire in un accogliente cottage di legno, rilassarsi su portici immersi tra gli alberi, fare una sauna sulla piattaforma galleggiante del fiume o provare massaggi all’aria aperta. Un vero rifugio naturale, dove l’anima wild del Canada avvolge l’ospite in tutta la sua purezza, rinnovando il suo corpo e il suo spirito come solo la montagna riesce a fare.

BAROS MALDIVES (Maldive)

Fissate per qualche istante la foto qui sopra, e immaginatevi seduti sul portico di uno di queste camere-palafitta costruite sula laguna più azzurra che i vostri occhi vedranno mai nella vita. Non vi sentite già più rilassati (oltre che molto invidiosi per chi si trova lì)? Il Baros è un resort pazzesco su una piccola penisola delle Maldive isolata nel mare, ma in realtà non troppo distante dall’isola principale dove si trova la città di Malè. Il meraviglioso oceano qui è il padrone assoluto, e culla i sonni degli ospiti con il suo dolce canto, oltre che a scandire il ritmo delle giornate che vanno da emozionanti escursioni alla scoperta della vita sottomarina, al puro relax sdraiati sulla sabbia bianca, o sul portico della palafitta. Dopo qualche giorno qui, il resto del mondo sarà solo un ricordo lontano.

PETRA BUBBLE (Petra, Giordania)

Uno dei mei sogni più grandi è passare una notte del deserto: è un ambiente completamente diverso da qualsiasi cosa abbia mai sperimentato, e sono curiosa di sperimentare cosa si sente ad essere circondati da quell’immensità di terra disabitata e arida, sotto miliardi di stelle e con solo poche anime intorno a te. Deve essere un’esperienza mistica, e posso solo immaginare che il silenzio sia qualcosa di indimenticabile. Uno dei posti dove poter provare queste sensazioni è il Petra Bubble, una sorta di moderno campeggio nel cuore del deserto alle porte della misteriosa città perduta di Petra. Si dorme in queste grandi tende-bolla in parte trasparenti, ideate proprio per permettere all’ospite di ammirare in tutta sicurezza albe, tramonti e cieli stellati in un ambiente naturale che può diventare ostile, ma che parla all’animo in un modo ancestrale e quasi magico.

ARCTIC BATH (Harads, Svezia)

Galleggiante su un fiume nel cuore della natura selvaggia della Svezia, l’Arctic Bath sembra uscito direttamente da una fiaba. A un passo dal Circolo Polare Artico, tutto l’hotel è un’ode all’ambiente circostante, in particolare all’acqua su cui si adagia e al legno, una delle risorse fondamentali di questo benedetto angolo di pianeta. L’estate le palafitte sono cullate dallo scorrere placido del fiume, l’inverno si trasforma tutto in un sogno di ghiaccio e neve che ha del surreale. Un vero e proprio rifugio, dove l’uomo è solo un ospite di un ambiente antico e puro, dove è ancora la natura a essere padrona, a dettare le leggi. Per chi le rispetta, in cambio, ci sono pace e purezza assoluti.

THE RETREAT AT BLUE LAGOON (Grindavík, Islanda)

Pochi posti al mondo sono ancora puri come l’Islanda, isola vulcanica nata nel bel mezzo del mare a metà strada tra la Groelandia e il Nord della gran Bretagna, incantevole con i suoi geyser e le spiagge nere, le cime innevate, i canyon e le grotte di ghiaccio. La terra del ghiaccio e del fuoco, che proprio da questi due elementi riesce a sostentarsi, e a proporre delle esperienze che si possono provare solo qui. La più conosciuta è quella proposta dalla famosa Laguna Blu, un complesso di piscine geotermali ricche di minerali, ma non tutti sanno che il celebre centro benessere si è espanso, e ha recentemente inaugurato il The Retreat at Blue Lagoon, un albergo di lusso che offrire suite al pianterreno con annesse piscine private, e una varietà di maschere al fango e massaggi acquatici. Queste camere minimaliste ed eleganti sono cresciute per essere un tutt’uno con il panorama circostante, che dalle grandi vetrate sembra quasi voler entrare in camera e che permettono di ammirare dal proprio spazio privato tutta la potenza della bellezza surreale che circonda la Laguna Blu.

CANAVES OIA SUITES (Santorini, Grecia)

Dai ghiacci islandesi ci spostiamo nel fascino del Mar Egeo per scoprire un’altra isola vulcanica, così diversa dall’Islanda pur avendo la stessa origine. Santorini non ha bisogno di presentazioni: ormai è forse il posto più fotografato di tutta la Grecia, ma questo non ne sminuisce di certo la bellezza, che nonostante i molti resort di super lusso che ne puntellano la costa, rimane un luogo incredibilmente selvaggio e primordiale, con quella natura brulla e quelle scogliere nere immense a picco sull’acqua. Il Canaves Oia è proprio una di queste strutture di lusso, un complesso che propone camere, suites e ville private tute affacciate sulla Caldera, la gigante bocca semi sommersa del vulcano che ha creato Santorini. Dall’interno delle abitazioni si ammira come se si fosse davanti a un quadro, incorniciato dalle vetrate bianche di porte e finestre, ma la sensazione più speciale è all’esterno. Quasi tutte le sistemazioni sono dotate di infinity pool affacciate sulla Caldera, dove immergersi sospesi tra terra e mare, e dove ammirare i tramonti più belli avendo la sensazione di volare sull’acqua.

BELMOND SANCTUARY LODGE (Machu Picchu, Perù)

Chiudiamo la nostra panoramica con un hotel davvero unico al mondo, situato all’interno di quella che è stata eletta una delle sette meraviglie del mondo moderno. Stiamo parlando del Belmond Sanctuary Lodge, spettacolare oasi di tranquillità che è una vera e propria porta privata per l’antico impero Inca: questo, infatti, è l’unico hotel situato proprio all’ingresso della città perduta, una location esclusiva che permette di fare colazione in un giardino affacciato sulle rovine, di partecipare a una tradizionale cerimonia condotta da uno sciamano o di sorseggiare un tè muña circondati dai morbidi tessuti naturali delle camere affacciate sulle montagne. Pace, meraviglia e bellezza sono al centro di questa esperienza unica, un luogo esclusivo dove immergersi nella natura antica delle Ande peruviane.

*Ringrazio di cuore gli uffici stampa di Small Luxury Hotel, Belmond e tutti gli altri uffici stampa che hanno fornito le bellissime immagini che accompagnano questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...