due giorni incantati al nun assisi relais & spa museum

Sono sempre stata una ragazza portata per i viaggi avventurosi, per le sistemazioni spartane e per spostarmi con il massimo dello spirito di adattamento: a 13 anni ho passato più di un mese a vivere in camper viaggiando per mezza Europa, ho dormito in ostelli e camerate, tende e bungalow minuscoli. Ma a volte coccolarsi un po’ fa bene, e non c’è niente di male nel voler avere un assaggio di un altro tipo di mondo. Credo che un vero viaggiatore sia proprio colui che sa adattarsi a ogni situazione, e che può essere felice allo stesso modo sia dormendo in sacco a pelo sotto milioni di stelle, sia se le stelle sono cinque e appartengono a un grand hotel. Una soluzione non è migliore dell’altra, e non si tratta di una gara a cosa è meglio: entrambe hanno il loro valore, ed entrambe sono indimenticabili a modo loro. Ecco perché, quando il mio lavoro mi presenta l’occasione di provare posti lussuosi – per chi non lo sapesse, sono una giornalista freelance e per la maggior parte mi occupo del settore travel – ne approfitto sempre, perché l’Italia ha davvero delle strutture che fanno invidia al mondo intero. Oggi voglio presentarvi una di queste. Ho avuto la fortuna di essere ospitata per due notti al NUN Assisi Relais & Spa Museum, l’hotel ideale per regalarsi qualche coccola che di solito non ci si concede nella vita quotidiana, e l’occasione perfetta per visitare quel piccolo gioiello che è il borgo di Assisi.

L’AMBIENTE

Come suggerisce il nome, il Nun si trova ad Assisi, magnifico borgo dell’Umbria celebre per aver dato i natali a San Francesco d’Assisi. Oltre ad essere il luogo dove questo Santo è vissuto, Assisi è anche una splendida cittadina medievale perfettamente conservata, dove ogni vicolo è una scoperta e dove tutto sembra quasi sospeso nel tempo. E un salto indietro nel passato è la sensazione che si ha quando si varca la porta del Relais, che nasce all’interno di un antico monastero risalente al 1275 : della struttura originale sono conservate tantissime parti, ma il sapiente lavoro di ristrutturazione ha saputo miscelarle a elementi contemporanei che creano, nell’insieme, un magnifico effetto calmante. Superati il muro e il portone originali del convento, ci si ritrova in uno splendido cortile interno, dove le aiuole sono tutte composte da piante officinali e fiori: ogni volta che si alza un po’ di vento, l’aria si riempi di rosmarino e lavanda, un dettaglio che rende tutto ancora più magico. I colori all’interno sono tutti molto tenui e delicati, tanto che sembrano sposarsi naturalmente con la pietra che spicca sui muri originali, e la musica risuona soffice e delicata in ogni ambiente esterno e interno: un luogo incantato, dove la storia è viva e si respira in ogni dettaglio.

La hall del Nun Assisi Relais & Spa Museum (Photo credit: ph Spezia)

LA CAMERA

Per il mio soggiorno mi è stata assegnata la Stanza Deluxe N°15, una deliziosa camera di 22 mq. affacciata sui tetti di Assisi e con uno scorcio bellissimo della rocca che sovrasta la cittadina umbra. Lo stile esclusivo e contemporaneo riesce a creare fin dal primo sguardo un’atmosfera intima e rilassante, dominata ancora una volta da colori tenui come il bianco, il beige, il grigio chiaro. Sul letto ho trovato pronti gli accappatoi e le ciabatte da utilizzare per la SPA, un delizioso dono di benvenuto – acqua e biscotti – e tutta una serie di attenzioni molto gradite, come prodotti da bagno personalizzati e kit di cortesia di vario genere. Nella sua semplicità, è bastata qualche ora per sentire questa piccola, deliziosa camera come una vera e propria casa! Tra gli elementi migliori senza dubbio il letto king size, dove sembrava di dormire come avvolti in una nuvola, e la spettacolare doccia con il suo soffione che sembrava una cascata. Le Stanze Deluxe sono le più semplici che il Nun propone, ma se ci si vuole viziare ancora di più le suite sono davvero spettacolari: quasi tutte hanno dettagli in legno e pietra, e una ha persino un affresco originale del 1612 su tutta la parete.

La Privilege Suite N°10 (Photo credit: ph Spezia)

LA COLAZIONE

Diciamo la verità: uno dei motivi per cui amiamo di più andare in hotel è il momento della colazione, quando si ha l’occasione di gustare un buffet sconfinato, pieno di delizie dolci e salate e con prelibatezze tipiche del posto. La colazione del Nun si merita un bel 10 perché è veramente eccellente: su un grande tavolo di legno si trovano dolci, torte e brioches fatte in casa, circondate da latte, yogurt, marmellate artigianali, succhi freschi, e cereali di ogni genere. La parte salata era arricchita di burro, una selezione di formaggi locali, una selezione di salumi locali e profumato pane di forno, il tutto adeguatamente coperto da teche di vetro e presentato, come tutto il resto, con cura e massima attenzione ai dettagli. Alla carta, poi, si possono ordinare bevande calde e piatti preparati sul momento: io ho assaggiato il cappuccino (squisito!), un giorno accompagnato da soffici pancakes con frutti di bosco e succo d’acero, e un giorno con un french toast gustosissimo. Da leccarsi i baffi!

IL RISTORANTE: BENEDIKTO

Il Direttore è stato così gentile da includere nel mio soggiorno una cena presso il ristorante del Nun, Benedikto, riaperto da poco e con un nuovissimo concept sotto la guida dello chef umbro Enea Barbanera. Quando sono entrata, e mi hanno accompagnata al mio tavolo sulla terrazza esterna, sono rimasta letteralmente senza fiato: essendo rialzato rispetto al livello dell’hotel, Benedikto guarda dall’alto tutta la zona antica di Assisi sormontata dalla Rocca, e quando sono arrivata alle 20.00 il tramonto era al suo culmine. Il cielo infuocato e il sole enorme tingeva le pietre del borgo di mille sfumature, ed essere seduta ad ammirare il cielo diventare rosso, arancione, poi rosa e viola, poi buio e puntellato di stelle, mi ha fatto sentire come in una favola. Il menu studiato dallo Chef, poi, è a dir poco stupefacente: i piatti sono tutti ispirati alle primizie del territorio, e tutti hanno dietro un’accurata ricerca delle materie prime locali, in parti coltivati dallo Chef in persona nel suo orto di erbe e verdure, ammirabile a un piano sotto la terrazza. Tutti i piatti che ho provato erano un viaggio nel mondo del gusto, dalla tartarre di tonno con cocco e crema di mozzarella, allo stupefacente risotto con vongole e crema di limone, fino al filetto di Fassona morbido come una crema, e non ho potuto che complimentarmi sinceramente con lo Chef per il suo gusto e la sua bravura. Una serata magica, da tutti i punti di vista.

NUN SPA MUSEUM

Per chiudere in bellezza, nel mio soggiorno era compresa anche una mattinata alla Spa Museum: a detta di tutti è il fiore all’occhiello del Nun, e quindi ero curiosissima di provarla. L’attesa è stata ripagata da un ambiente diverso da qualsiasi altra SPA abbia visto in vita mia. Grande merito è della location, all’interno di una cisterna romana risalente al I secolo d.C.: le vasche e le sale per i trattamenti e i percorsi sono state ricavate in modo da abbracciare tutti i reperti emersi dai lavori di ristrutturazione, e il risultato è una zona sospesa nel tempo, un’atmosfera magica dove puoi nuotare nella vasca – arricchita da aree idromassaggio e getti benefici – intorno a pilastri in calcare originali e rilassarti nella jacuzzi incastonata tra mura che accoglievano già gli antichi romani. E il culto dell’acqua che si perpetua da 2000 anni rivive nell’esclusivo percorso delle quattro sale con differente temperatura e livello di umidità: il Tepidario, il Caldario, il Sudatorio e il Frigidario: quando si termina con la doccia finale dopo l’ultima sala, si esce depurati in modo incredibile nel corpo, ma più leggeri anche nell’animo. La ricca tisaneria nell’area relax, dotata anche di snack da gustare in poltrone comodissime, è la chicca finale di una SPA che sa di magia, un luogo del benessere a 360° dove si concentrano un’incredibile sinergia di forza e equilibrio.

INFORMAZIONI E CONTATTI

Sito Web: Nun Assisi Relais & Spa Museum
Indirizzo: Via Eremo delle Carceri, 1A (Piazza Giacomo Matteotti) – Assisi (Peurgia)
Telefono: 075 81 55 150 

Spero che avrete modo di visitare questa magnifica struttura, e la zona circostante, e vi auguro un rilassante, rigenerante e piacevole soggiorno!

Un pensiero riguardo “due giorni incantati al nun assisi relais & spa museum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...